Pubblicato il 6° ciclo del corso online: Lezioni 26-30!

Pronta la SESTA PARTE del corso Bassista Contemporaneo Online!

Se sei tra quelli che hanno completato il Bassista Contemporaneo 1 e magari hai seguito il corso online, oggi ricomincia l’avventura.

Sì, perché finalmente è diventato disponibile il ciclo di LEZIONI 26-30 del VOLUME 2. Lo trovi cliccando a questo link ==> http://lezioni-online-26-30.bassistacontemporaneo.it/ .

Altri 74 video pronti all’uso, in offerta lancio fino a domenica 6 ottobre 2019 a 37€/mese.

Guarda il trailer!

Clicca qui sotto e guarda il trailer. Fatti guidare da Tiziano in una panoramica di questo nuovo ciclo e degli argomenti su cui andrai a lavorare. Per accedere al corso vero e proprio, ti basterà invece cliccare sul titolo “Bassista contemporaneo online 26-30″ dentro al trailer stesso.

Novità del ciclo di lezioni 26-30

Come sai ogni 5 lezioni il GIOCO cambia, e anche questa volta è così, ma forse ancora di più. Ti troverai a entrare in un mondo nuovo. Per esempio:

Ti verrà chiesta molto più precisione, chiarezza nel suono, qualità a livello di tocco ecc. Dovrai essere ligio e pretendere innanzi tutto da te stesso un certo rigore nell’esecuzione delle linee. Un nuovo atteggiamento…

Verrai coinvolto in ragionamenti teorici più raffinati ed evoluti… I MODI della scala maggiore sono una cosa spettacolare, e nel corso troverai la spiegazione più chiara ed elegante che sia mai stata fatta (… finalmente li ho capiti anche io, e non era il mio primo tentativo…).

Le tue abilità ritmiche verranno messe un po’ alla prova con alcuni simpatici esercizietti “rubati” ai batteristi per dare una spinta al tuo groove (troppo forti!).

La tecnica, va beh non parliamone… Ma se hai fatto bene gli esercizi di collegamento a 3 e 4 note del volume 1 sarai comunque pronto per affrontare le nuove sfide (tra cui le Invenzioni a 2 voci di Bach, auguri).

Dovrai imparare pezzi molto più articolati, da eseguire come se fossi in sala di registrazione, mettendoci davvero il massimo.

E tanto altro…

Continua a leggere

Cuba libre, mohito e bass lines – Reblog

Un ritmo universale molto coinvolgente

Questo post è dedicato al ritmo della clave, la guida che amalgama tutti gli strumenti in un gruppo che suona musica afrocubana, dal basso alla voce. Un argomento talmente importante che vale la pena ripubblicarlo!!

N.B. Da affiancare allo studio della lezione 24 del Bassista Contemporaneo vol. 1 e di tutto il Bassista Contemporaneo 2.

Chiaramente partiamo seriamente, poi quando facciamo la pausa pensiamo al cuba libre o al mohito!

La clave è sempre presente mentalmente nei musicisti di musica afrocubana anche quando non è chiaramente suonata, prendendo il posto di quella che è la normale pulsazione dei quarti nel rock.

La cosa più interessante di questo ritmo, che potremmo definire “universale”, è il suo utilizzo in tantissimi altri generi musicali come funk, jazz o fusion.

Se lo riesci a scandire chiaramente dentro di te mentre suoni, tutta la tua musica assume una sonorità e un andamento molto particolari, il tuo groove si alza di livello e diventa sicuramente avvolgente e trascinante per chi ascolta!

Per questo motivo, infatti, la Clave fa parte del mio metodo Bassista contemporaneo fin dal Volume 1 ed è inserita anche tra gli argomenti dell’esame di certificazione.

A proposito, cos’è questo esame? La certificazione 1 è il primo step di un sistema unico e molto strutturato per valutare la tua preparazione e costruirti una solida professionalità sul basso elettrico. Inoltre ti dà le basi necessarie per trarre il meglio dallo studio del Bassista Contemporaneo 2, che si preannuncia molto tosto.

Bassista-contemporaneo-online-banner-piccolo

Tornando al post, gli obiettivi di questo articolo sono:

1. Analizzare le origini delle clave, come si è trasformata dal ritmo iniziale di origine africana alla clave cubana.
2. Capirne lo spirito per utilizzarla nel funk, rock, blues.
3. Applicare il bass tumbao sulla clave.

Scusa se è poco!!

Cos’è il ritmo di clave

Se giri un po’ per siti e blog incontri descrizioni molto semplicistiche del ritmo di clave. La figura 1 ti mostra i quattro possibili pattern della clave.

Figura 1
Figura 1

Questo è quello che trovi anche nel Bassista 1, e che serve come prima introduzione al mondo della clave.

Continua a leggere

Pubblicato il 5° ciclo del corso online: Lezioni 21-25!

Pronta la QUINTA PARTE del corso Bassista Contemporaneo Online!

Con grande piacere e onore ti comunico che da oggi sono ufficialmente disponibili le lezioni del QUINTO CICLO del corso Bassista Contemporaneo Online.

Le trovi qui: http://lezioni-online-21-25.bassistacontemporaneo.it/.

Il gruppo di lezioni 21-25 completa il volume 1 ed è sicuramente il più complesso di tutto il corso.

Cosa trovi in questo ciclo?

Nel gruppo di lezioni 21-25 del Bassista Contemporaneo Online trovi ben 92 video, belli tosti anche da realizzare.

Infatti Tiziano ha fermato tutto (pubblicazione di articoli, i suoi video sulle 5 scale, il lavoro compositivo… davvero TUTTO!) per quasi 3 mesi per dedicarsi anima e corpo a chiudere questo lavoro. Una mega sfacchinata, ma ne è valsa davvero la pena…

Ed è sicuramente il ciclo più impegnativo da studiare di tutto il I livello, ma se hai praticato bene i materiali delle lezioni precedenti non hai nulla da temere 😀

Anzi ti divertirai un sacco, perché tra le varie cose ti aspetta tanta musica d’insieme!

Quindi, se hai già fatto le lezioni precedenti, è il momento di rimettersi in marcia per chiudere il cerchio e completare il Primo Livello del Bassista Contemporaneo.

IMPORTANTE: Prenditi 4 minuti per guardare il Trailer che trovi sotto. C’è una novità in questo nuovo ciclo, e il video ti spiega tutto. Inoltre ti dà una panoramica degli obiettivi di questa fase… e delle varie possibilità SU COME CONTINUARE, al termine del Primo Livello.

Cos’è la Rehearsal Room?

In questo ciclo c’è appunto una novità che riguarda in particolare la pratica sulle LINEE DI BASSO.

Continua a leggere

Il sistema più semplice per risolvere le incertezze della mano sinistra sul basso

Ecco un articolo molto importante per chiarire un concetto chiave del Bassista Contemporaneo che ti permetterà di raggiungere una grandissima sicurezza nell’uso della mano sinistra.

Inoltre ti garantirà il migliore utilizzo possibile del metodo. Anzi, questo concetto è un pilastro su cui è costruito l’intero libro, quindi è fondamentale che tu lo conosca alla perfezione.

Con questo sistema risolvi infatti il 90 % dei problemi riguardanti “la meccanica” del basso stesso.

Ovvero come usare le mani per suonare scale e arpeggi sempre più veloci, evitando di impazzire ogni volta a schiacciare tasti senza una logica chiara e costante.

Se osservi e ascolti i migliori bassisti del mondo ( ad es. Jeff Berlin, John Patitucci, Alain Caron), ti accorgerai subito di come siano sicuri, economici, naturali… oltre che velocissimi. Questo è in larga parte dato dalla loro chiarezza a livello di diteggiatura, che determina una grande precisione a livello della mano sinistra.

Infatti c’è un concetto assolutamente fondamentale da tenere presente. Che tu stia improvvisando un solo o un accompagnamento, o leggendo un pezzo di musica in sala di registrazione, il tuo risultato musicale è dato dalla chiarezza di come “metti le mani” sul basso.

Puoi sentirti interiormente ispirato, ma se la tua diteggiatura è confusa potrai far sentire solo una minima parte della tua idea musicale e quindi del tuo talento.

Per questo è così importante curare la modalità di utilizzo della mano sinistra e la scelta della migliore diteggiatura possibile!

Ma prima di entrare nel vivo dell’articolo, lasciami fare due brevi premesse “tecniche” sulla tastiera del basso e sull’impostazione della mano sinistra, assolutamente fondamentali per capire il senso dell’articolo.

Ovviamente se sei un bassista “casual” (nel senso che vai a caso), fai come riesci. Cerchi di sopravvivere. Se invece studi con Bassista Contemporaneo, allora le cose sono molto più facili per te.

PREMESSA 1: Come viene visualizzata la TASTIERA DEL BASSO

All’interno del Bassista Contemporaneo, soprattutto nelle prime lezioni, troverai raffigurato il grafico della tastiera. Qual è la sua caratteristica? In pratica è il disegno della tastiera come lo vedresti se ti ponessi davanti a uno specchio.

Figura 1

Ovvero in Figura 1 la corda più alta è il E (MI) basso e la corda più in basso è il G (SOL). Nel libro e nel corso online non troverai altre visualizzazioni della tastiera.

Ovviamente questa maniera di raffigurare lo strumento non ha niente a che vedere né con la tablatura, né con schemi utilizzati in altri libri. Allo stesso tempo, però, RESTA COERENTE in tutta la collana del Bassista Contemporaneo, fino al volume 4.

Sappiamo che ogni tanto qualcuno interpreta questo grafico a piacere, magari invertendo le corde, ma questo fa saltare tutto il ragionamento su cui è costruito il libro. Quindi è assolutamente fondamentale che rispetti questa impostazione, ok?

Se ancora non hai il libro, trovi qualche informazione in più e alcuni disegni in questo articolo del BestofBass: https://bestofbass.wordpress.com/grafico-della-tastiera/

Premessa 2: quale POSIZIONE per la mano sinistra?

Per quanto riguarda la posizione della mano sinistra, il volume 1 del Bassista Contemporaneo usa la posizione cromatica, ovvero un dito su ogni tasto con la mano ben allargata per coprire quattro tasti come puoi vedere qui sotto.

Figura 2

Quindi per eseguire tutti gli esercizi del libro userai tutte e quattro le dita, dall’indice al mignolo, posizionandole di conseguenza sui vari capotasti in base a dove hai messo l’indice. L’indice è il dito 1, il mignolo il dito 4.

Se ancora non hai il libro, trovi qualche informazione in più a questo link: https://bestofbass.wordpress.com/uso-della-mano-sinistra/

La regola dello spostamento del capotasto

Continua a leggere

I 5 elementi chiave per creare le giuste linee di basso – video ed esempi pratici

In questo nuovo post voglio chiarire alcuni concetti molto semplici, che però vengono spesso trascurati.

In effetti l’idea di base che tengo sempre a mente quando scrivo per il Best of Bass o quando produco i vari materiali didattici, è quella di darti elementi sempre più chiari su come usare lo strumento per suonare materiale composto da te o da altri compositori, per poi riuscire a sviluppare questo materiale al volo in maniera autonoma.

In pratica qui voglio darti alcuni principi basilari per la creazione di linee di basso che siano:

  • innanzi tutto coerenti con il materiale di base del brano
  • allo stesso tempo nuove, originali e creative

in modo tale da farti sentire sempre soddisfatto, carico ed entusiasta del tuo ruolo di bassista. Sia quando suoni pezzi di per sé già straordinari, sia quando suoni brani all’apparenza semplici o poco stimolanti.

Considera che un bassista capace di variare le linee rimanendo coerente con lo stile di base non sarà mai stanco, annoiato, apatico… nei confronti della musica che suona.

Qual è il segreto per trovare l’equilibrio tra struttura e varietà?

Ci sono termini come scale, arpeggi, accordi che vengono usati spesso senza saperne il giusto significato. La conseguenza è che molte volte il bassista non riesce a sfruttare tutte le possibilità che gli vengono offerte quando possiede il senso di ogni termine.

Non voglio trasformare questo post in un trattato di teoria noioso e fuori moda. Al contrario, se continui a leggere ti accorgerai che si tratta di un articolo estremamente pratico e utile… a patto di capire il senso e l’uso di questi termini.

Questo è un post pensato proprio per aiutare i bassisti perché diversamente dai pianisti, dai chitarristi e da tutti gli altri strumenti melodici, essi hanno un compito molto particolare nell’uso dei materiali armonici.

Il bassista è il vero anello di congiunzione tra gli strumenti ritmici come batteria e percussione, gli strumenti di carattere prevalentemente armonico come piano e chitarra ritmica e gli strumenti esclusivamente melodici come i fiati o violino…

Una bella responsabilità, ma anche un ruolo estremamente importante 🙂

5 parole chiave che devi conoscere per creare i giusti giri di basso

Parola chiave 1: SCALA

È il materiale di base da usare per creare le linee

Continua a leggere

Pubblicato il 4° ciclo del corso online: lezioni dalla 16 alla 20!

Pronta la QUARTA PARTE del corso Bassista Contemporaneo Online!

Finalmente sono disponibili su Vimeo anche le lezioni 16-20 del volume Bassista Contemporaneo 1.Le trovi qui: Bassista Contemporaneo Online: lezioni 16-20.

Sono lezioni veramente fantastiche, se hai già seguito i precedenti cicli non te le puoi assolutamente perdere!

Ogni ciclo supera il precedente per numero di video, completezza delle spiegazioni, varietà di esercizi e tanto altro. Anche stavolta non ci siamo smentiti 🙂

Guarda subito il trailer!

Guarda subito il trailer per avere una sintesi dei contenuti dei nuovi video e sapere cosa ti aspetta in questa nuova avventura:

(Per accedere alla pagina, basta cliccare sul titolo “Bassista contemporaneo online 16-20” dentro al video)

Lezioni 16-20 in sintesi!

Le lezioni dalla 16 alla 20 comprendono infatti ben 81 video, per una durata totale di oltre 9 ore di materiale pronto all’uso. Un lavoro davvero spettacolare da parte di Tiziano Zanotti, che vuole sempre dare il massimo in ogni cosa che fa!

Le trovi qui: http://lezioni-online-16-20.bassistacontemporaneo.it/.

Con queste nuove lezioni vai a sviluppare su tutta l’estensione della tastiera il materiale melodico e armonico visto nelle lezioni precedenti. Inoltre comincerai anche a studiare le caratteristiche delle linee di basso nei vari generi della musica moderna (rock, blues, funk ecc.).

Insomma, da zero che sei partito, in poche lezioni sei già pronto per fare il salto di qualità da dilettante a professionista.

Continua a leggere