Bassista Contemporaneo Online “Primo livello The easy way”: Nuova membership

Bassista Contemporaneo Online: Volume 1 The easy way 🙂

Finalmente ci siamo. Dopo aver aiutato centinaia di persone ad imparare il basso elettrico in maniera professionale, il corso Bassista Contemporaneo Online si rinnova ancora.

Da oggi infatti il 1° livello del corso online può essere seguito con una formula alternativa (oltre a quella già disponibile), per venire incontro alle esigenze di chi vuole raggiungere livelli musicali alti ma studiando con tempi più elastici.

L’abbiamo intitolato Bassista Contemporaneo 1 Primo livello – The Easy Way ==> https://corso-online.bassistacontemporaneo.it/volume-1-easy-way

Ascolta la presentazione nel trailer qui sotto.

Come funziona The Easy Way

Continua a leggere

Groove 1: Come stare sul tempo rock? (Reblog)

Per fare pratica sul groove rock, ecco il primo video della serie “I segreti del Groove”

Una serie in 5 video dedicata a come migliorare il proprio groove sui principali stili della musica moderna. Ovvero come dare fluidità e scorrevolezza al tempo quando si suona e si improvvisa in una band.

DOMANDA: Sono video specifici solo per il basso elettrico?

RISPOSTA: No, sono video utilissimi per TUTTI gli strumenti!

Infatti che tu suoni la tastiera, il basso, la chitarra o la batteria, devi saper stare sul tempo in maniera efficace… se no come minimo il pubblico si addormenta 😀

Il primo video è dedicato al tempo ROCK!

Nella prima parte del video ti do la chiave per far scorrere questo tempo, e nella seconda un esempio pratico. Guardalo subito e poi continua a leggere l’articolo.

La figura 1 qui sotto ti mostra visivamente il modo di tenere il tempo col piede ad ogni quarto. Continua a leggere

News: pubblicato il Bassista Contemporaneo 1 nuova edizione!

Appena pubblicato il Bassista Contemporaneo 1 nuova edizione!!

Ebbene sì, dopo 13 anni dalla sua prima pubblicazione per il grande pubblico (estate 2006), il libro Bassista Contemporaneo 1 esce OGGI in una nuovissima edizione.

Ben 220 pagine di puro contenuto (NO tab), codice ISBN 979-12-200-5194-1.

Con questo libro si chiude davvero una porta… ma si apre un portone!

Riscrivere e “rimontare” tutto ha comportato ben 2 anni di lavoro, chiaramente in mezzo alle altre mille cose da fare, ma il risultato è fantastico.

Ed è solo l’inizio dell’evoluzione di questo progetto. In autunno ne vedremo delle belle!

Modifiche rispetto all’edizione precedente:

Questa nuova edizione ha delle caratteristiche che lo rendono davvero speciale… e piacevolissimo da utilizzare.

  1. Nuova rilegatura con spirale “coil”, poco usata in Italia (ma lo diventerà dopo noi!), più robusta ma comodissima per il leggio.
  2. Grafica rinnovata, con tutti gli esempi musicali riscritti con Finale e quindi super leggibili.
  3. Inserimento di tante spiegazioni in più, per chiarirti al massimo ogni concetto e fornirti ulteriori indicazioni su come praticare gli esercizi.
  4. Aggiunta di un’appendice con 10 nuovi brani originali composti seguendo la progressione e la metodologia del libro, per offrirti materiale ad hoc per fare pratica con veri e propri pezzi musicali
  5. Completo di 25 basi audio caricate a video in un’area ONLINE ad hoc, su cui puoi suonare ogni volta che vuoi collegandoti a Internet (senza nessun costo extra).

E i 350 video del corso online

Continua a leggere

Pubblicato il 5° ciclo del corso online: Lezioni 21-25!

Pronta la QUINTA PARTE del corso Bassista Contemporaneo Online!

Con grande piacere e onore ti comunico che da oggi sono ufficialmente disponibili le lezioni del QUINTO CICLO del corso Bassista Contemporaneo Online.

Le trovi qui: http://lezioni-online-21-25.bassistacontemporaneo.it/.

Il gruppo di lezioni 21-25 completa il volume 1 ed è sicuramente il più complesso di tutto il corso.

Cosa trovi in questo ciclo?

Nel gruppo di lezioni 21-25 del Bassista Contemporaneo Online trovi ben 92 video, belli tosti anche da realizzare.

Infatti Tiziano ha fermato tutto (pubblicazione di articoli, i suoi video sulle 5 scale, il lavoro compositivo… davvero TUTTO!) per quasi 3 mesi per dedicarsi anima e corpo a chiudere questo lavoro. Una mega sfacchinata, ma ne è valsa davvero la pena…

Ed è sicuramente il ciclo più impegnativo da studiare di tutto il I livello, ma se hai praticato bene i materiali delle lezioni precedenti non hai nulla da temere 😀

Anzi ti divertirai un sacco, perché tra le varie cose ti aspetta tanta musica d’insieme!

Quindi, se hai già fatto le lezioni precedenti, è il momento di rimettersi in marcia per chiudere il cerchio e completare il Primo Livello del Bassista Contemporaneo.

IMPORTANTE: Prenditi 4 minuti per guardare il Trailer che trovi sotto. C’è una novità in questo nuovo ciclo, e il video ti spiega tutto. Inoltre ti dà una panoramica degli obiettivi di questa fase… e delle varie possibilità SU COME CONTINUARE, al termine del Primo Livello.

Cos’è la Rehearsal Room?

In questo ciclo c’è appunto una novità che riguarda in particolare la pratica sulle LINEE DI BASSO.

Continua a leggere

Il sistema più semplice per risolvere le incertezze della mano sinistra sul basso

Ecco un articolo molto importante per chiarire un concetto chiave del Bassista Contemporaneo che ti permetterà di raggiungere una grandissima sicurezza nell’uso della mano sinistra.

Inoltre ti garantirà il migliore utilizzo possibile del metodo. Anzi, questo concetto è un pilastro su cui è costruito l’intero libro, quindi è fondamentale che tu lo conosca alla perfezione.

Con questo sistema risolvi infatti il 90 % dei problemi riguardanti “la meccanica” del basso stesso.

Ovvero come usare le mani per suonare scale e arpeggi sempre più veloci, evitando di impazzire ogni volta a schiacciare tasti senza una logica chiara e costante.

Se osservi e ascolti i migliori bassisti del mondo ( ad es. Jeff Berlin, John Patitucci, Alain Caron), ti accorgerai subito di come siano sicuri, economici, naturali… oltre che velocissimi. Questo è in larga parte dato dalla loro chiarezza a livello di diteggiatura, che determina una grande precisione a livello della mano sinistra.

Infatti c’è un concetto assolutamente fondamentale da tenere presente. Che tu stia improvvisando un solo o un accompagnamento, o leggendo un pezzo di musica in sala di registrazione, il tuo risultato musicale è dato dalla chiarezza di come “metti le mani” sul basso.

Puoi sentirti interiormente ispirato, ma se la tua diteggiatura è confusa potrai far sentire solo una minima parte della tua idea musicale e quindi del tuo talento.

Per questo è così importante curare la modalità di utilizzo della mano sinistra e la scelta della migliore diteggiatura possibile!

Ma prima di entrare nel vivo dell’articolo, lasciami fare due brevi premesse “tecniche” sulla tastiera del basso e sull’impostazione della mano sinistra, assolutamente fondamentali per capire il senso dell’articolo.

Ovviamente se sei un bassista “casual” (nel senso che vai a caso), fai come riesci. Cerchi di sopravvivere. Se invece studi con Bassista Contemporaneo, allora le cose sono molto più facili per te.

PREMESSA 1: Come viene visualizzata la TASTIERA DEL BASSO

All’interno del Bassista Contemporaneo, soprattutto nelle prime lezioni, troverai raffigurato il grafico della tastiera. Qual è la sua caratteristica? In pratica è il disegno della tastiera come lo vedresti se ti ponessi davanti a uno specchio.

Figura 1

Ovvero in Figura 1 la corda più alta è il E (MI) basso e la corda più in basso è il G (SOL). Nel libro e nel corso online non troverai altre visualizzazioni della tastiera.

Ovviamente questa maniera di raffigurare lo strumento non ha niente a che vedere né con la tablatura, né con schemi utilizzati in altri libri. Allo stesso tempo, però, RESTA COERENTE in tutta la collana del Bassista Contemporaneo, fino al volume 4.

Sappiamo che ogni tanto qualcuno interpreta questo grafico a piacere, magari invertendo le corde, ma questo fa saltare tutto il ragionamento su cui è costruito il libro. Quindi è assolutamente fondamentale che rispetti questa impostazione, ok?

Se ancora non hai il libro, trovi qualche informazione in più e alcuni disegni in questo articolo del BestofBass: https://bestofbass.wordpress.com/grafico-della-tastiera/

Premessa 2: quale POSIZIONE per la mano sinistra?

Per quanto riguarda la posizione della mano sinistra, il volume 1 del Bassista Contemporaneo usa la posizione cromatica, ovvero un dito su ogni tasto con la mano ben allargata per coprire quattro tasti come puoi vedere qui sotto.

Figura 2

Quindi per eseguire tutti gli esercizi del libro userai tutte e quattro le dita, dall’indice al mignolo, posizionandole di conseguenza sui vari capotasti in base a dove hai messo l’indice. L’indice è il dito 1, il mignolo il dito 4.

Se ancora non hai il libro, trovi qualche informazione in più a questo link: https://bestofbass.wordpress.com/uso-della-mano-sinistra/

La regola dello spostamento del capotasto

Continua a leggere

I 5 elementi chiave per creare le giuste linee di basso – video ed esempi pratici

In questo nuovo post voglio chiarire alcuni concetti molto semplici, che però vengono spesso trascurati.

In effetti l’idea di base che tengo sempre a mente quando scrivo per il Best of Bass o quando produco i vari materiali didattici, è quella di darti elementi sempre più chiari su come usare lo strumento per suonare materiale composto da te o da altri compositori, per poi riuscire a sviluppare questo materiale al volo in maniera autonoma.

In pratica qui voglio darti alcuni principi basilari per la creazione di linee di basso che siano:

  • innanzi tutto coerenti con il materiale di base del brano
  • allo stesso tempo nuove, originali e creative

in modo tale da farti sentire sempre soddisfatto, carico ed entusiasta del tuo ruolo di bassista. Sia quando suoni pezzi di per sé già straordinari, sia quando suoni brani all’apparenza semplici o poco stimolanti.

Considera che un bassista capace di variare le linee rimanendo coerente con lo stile di base non sarà mai stanco, annoiato, apatico… nei confronti della musica che suona.

Qual è il segreto per trovare l’equilibrio tra struttura e varietà?

Ci sono termini come scale, arpeggi, accordi che vengono usati spesso senza saperne il giusto significato. La conseguenza è che molte volte il bassista non riesce a sfruttare tutte le possibilità che gli vengono offerte quando possiede il senso di ogni termine.

Non voglio trasformare questo post in un trattato di teoria noioso e fuori moda. Al contrario, se continui a leggere ti accorgerai che si tratta di un articolo estremamente pratico e utile… a patto di capire il senso e l’uso di questi termini.

Questo è un post pensato proprio per aiutare i bassisti perché diversamente dai pianisti, dai chitarristi e da tutti gli altri strumenti melodici, essi hanno un compito molto particolare nell’uso dei materiali armonici.

Il bassista è il vero anello di congiunzione tra gli strumenti ritmici come batteria e percussione, gli strumenti di carattere prevalentemente armonico come piano e chitarra ritmica e gli strumenti esclusivamente melodici come i fiati o violino…

Una bella responsabilità, ma anche un ruolo estremamente importante 🙂

5 parole chiave che devi conoscere per creare i giusti giri di basso

Parola chiave 1: SCALA

È il materiale di base da usare per creare le linee

La scala è una successione di suoni disposti secondo un determinato ordine, di solito compresi in un’ottava. In figura 1 vedi ad esempio la scala di G maggiore.

Figura 1


Queste note possono essere combinate a piacere per creare melodie, giri di basso ecc., utilizzando ritmi a piacere del compositore o strumentista.

Continua a leggere