[5 scale che ti cambiano la vita] – La scala maggiore con una marcia in più!

In questo primo post di questa nuovissima serie dedicata alle scale, parliamo della conosciutissima scala maggiore. Come ti ho anticipato nel post introduttivo, partiamo “morbidi” ma se mi segui fino al 5° articolo, stai certo che il tuo modo di vedere la musica cambierà totalmente.

E già in questo ti prometto di mostrarti la scala maggiore sotto una luce diversa, molto più ricca e interessante di quello che abitualmente pensiamo.

La sonorità di questa scala è molto familiare a tutti, anche perché fin da piccoli veniamo abituati a sentire melodie semplici che appunto la utilizzano, e che spesso nel tempo ci portano ad odiarla o comunque a ritenerla legata a melodie banali (o al massimo a nerd che si sparano musica classica in cameretta).

Figura 1

Scala-maggiore-Figura-1

A titolo di esempio, ecco qui la scala di C maggiore. Di certo una scala apparentemente non stimolante per fare del buon rock sanguigno o del funk bello sostanzioso… E invece no!

Infatti questa scala, se giocata in modo intelligente, porta a creare sonorità peculiari e insolite anche nei generi più impensati.

Quindi, come utilizzare la scala maggiore in maniera creativa?

Il trucco è di capire che questa scala, facendola partire da note diverse dalla prima, genera scale e sonorità molto interessanti come la sonorità minore o quella di settima (magari defunzionalizzata).

Ovvero: se invece di partire e finire dalla prima nota della scala (il C nell’esempio), o comunque invece di usare questa nota più delle altre, cerchiamo di costruire melodie o accordi che lavorano su altri suoni delle stessa scala maggiore, otterremo atmosfere molto diverse.

Figura 2

Scala-maggiore-Figura-2

Guardando la figura 2, possiamo fare delle considerazioni:

  1. Da C a C (cioè partendo dal C o ripetendolo spesso) abbiamo la scala maggiore, che suona in modo abbastanza ordinario ed è la tipica Sonorità Maggiore.
  1. Da D a D (si chiama modo dorico) deriva una Sonorità Minore, che è molto usata perché si apre ad atmosfere che possono variare di più.
  1. Da G a G (si chiama modo misolidio) deriva una Sonorità di settima, usata quindi dal blues al funk, fino al jazz e alle musiche più contemporanee.
In sintesi, puoi improvvisare scegliendo le note della scala maggiore in base alle sonorità del pezzo su cui stai suonando  (maggiore, minore o settima)

– Vuoi suonare su un pezzo in minore? Con il modo dorico improvvisi perfettamente sull’80 % dei pezzi minori

– Vuoi suonare su un pezzo con sonorità di dominante (di settima)? Con il modo misolidio risolvi il 95 % dei tuoi problemi

– Vuoi suonare su un brano maggiore? Con il modo ionico (ovvero la classica scala maggiore) vai tranquillo su almeno l’80 % dei brani

Come usare in pratica le note della scala?

Puoi combinare le note della scala:

  • in gruppi di 3, 4 o più note di seguito
  • saltando di 3a, 4a, 5a ecc.
  • usando degli arpeggi, ovvero 1-3-5, 2-4-6, ecc.

Ovviamente il consiglio che ti do è di sperimentare il più possibile alternando tra loro questi metodi, in maniera tale da caratterizzare il più possibile il tuo modo di suonare!

Il video che ti mostra tutto questo in pratica

Dedica un paio di minuti a vedere questo video dimostrativo degli usi alternativi della scala maggiore, poi leggi il seguito dell’articolo per avere alcune dritte su come applicare queste tecniche.

Cosa faccio in questo video?

Nel video suono su due sonorità alternate, la sonorità minore di Cm7 e quella di settima di F7. La figura 3 ti mostra come viene scritta questa semplice successione di accordi.

Figura 3

Scala-maggiore-Figura-3

Entrambi questi accordi sono ottenuti dalla scala di Bb maggiore. Nel video uso questa scala partendo da ognuna delle note che la formano: C – D – Eb – F – G – A – Bb – C.

Figura 4

Scala-maggiore-Figura-4

Riepilogando, ecco come applicare la scala maggiore alle varie sonorità:
  • Usa la scala maggiore partendo dal II grado (modo dorico) sugli accordi minori
  • Usa la scala maggiore partendo dal V grado (modo misolidio) sugli accordi di settima
  • Usa la scala maggiore partendo dal I grado (modo ionico) sugli accordi maggiori

In pratica, nel video la scala di Bb DA SOLA è perfetta sull’accordo di Cm7 (II grado) alternato con F7 (V grado).

Non so se ti stai rendendo conto della portata (e dell’utilità) di questo approccio, che ti permette di usare la scala maggiore anche su sonorità minori o di settima!

Piccola anticipazione sul prossimo articolo

Nel prossimo post vediamo perché queste scale suonano perfettamente consonanti e lavoriamo sulla seconda scala, ovvero la scala minore melodica ascendente o jazz minor.

Con la jazz minor aggiungiamo un po’ di frizzante alle sonorità che abbiamo sentito con la scala maggiore. E così via, fino alle scale più “strane” che ti portano a sviluppare un sound sempre più personale.

A prestissimo,

tiziano

Bassista-contemporaneo-online-banner-piccolo

8 pensieri su “[5 scale che ti cambiano la vita] – La scala maggiore con una marcia in più!

  1. grazie ancora gent.mo Tiziano tutto sempre molto chiaro e utilissimo, io sono iscritto al corso on line e trovo il tutto veramente eccellente, ancora un grazie e un caro saluto a TE e gent.ma Anna sempre disponibile ad ogni quesito buon lavoro gigi barone di savona

    Piace a 1 persona

      • Articolo molto interessante e chiaro domanda ho inserito i 3 accordi nel Qy 20 sequenser x improvvisare ma mi sento limitato sulle ritmiche da usare cosa posso fare ?
        Spero di essere stato chiaro

        Grazie 1000 Maurizio

        "Mi piace"

      • L’articolo si concentra sulle note da usare come i prossimi post sulle scale. Per quel che riguarda il ritmo se senti di aver bisogno di spunti puoi leggere un mio post di circa un anno fa dedicato al ritmo nell’improvvisazione e lavorare sul mio metodo Bassista Contemporaneo. In particolare dalla lezione 15 del libro si trovano molte idee ritmiche che puoi applicare subito.
        Inoltre tra un paio di settimane farò uscire le lezioni che comprendono il ritmo sul corso Online.
        Ciao.
        tiziano

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.