[Groove 5] Come stare sulla Clave?

Quinto e ultimo appuntamento con la serie “I segreti del groove”, dedicato alla clave, la figura ritmica più caratteristica della musica afrocubana.

In realtà, su questo blog esiste già un fantastico articolo dedicato alla clave intitolato Cuba libre, mohito e bass lines. Si tratta veramente di un articolo bellissimo e pieno di sostanza, in cui trovi spiegati con una chiarezza mai vista cos’è la clave, com’è nata, come si scandisce e come si esegue sul basso.

Nella serie dedicata al groove, in particolare, ti do il riferimento essenziale su come far risaltare al meglio questa ritmica mentre stai suonando una linea melodica o stai improvvisando. Ovvero dando per scontato che la clave sia scandita da un altro strumento (o base ritmica preimpostata).

Quindi guardati subito questo video, poi ci riaggiorniamo tra un attimo per fare il punto della situazione.

Buona visione!

 

Come scandire la Clave:

La figura 1 qui sotto ti mostra visivamente le due principali tipologie di son clave: 3+2 oppure 2+3, eseguita su un tempo di 2/2.

Figura 1

Figura 8

Nel video in particolare io uso la clave 3+2. Il concetto fondamentale è che per far scorrere bene il tempo quando si sta suonando su una base di clave, bisogna riuscire a eseguirla col piede (mentre le mani fanno ovviamente altro).

Se riesci a tenere la clave col piede, infatti, vuol dire che l’hai realmente interiorizzata, e questo ti permette di creare una serie di “onde” col tempo molto interessanti ed efficaci per dare groove.

Come imparare la clave

Sicuramente non è immediato imparare questo tipo di ritmica, tanto è vero che nel Bassista Contemporaneo il lavoro è suddiviso in 2 fasi che ti consiglio di seguire:

Fase 1 Bassista Contemporaneo 1. Qui impari la scansione della clave tramite numerosi esercizi ritmici che utilizzano il battito delle mani. La clave scandita con le mani è oggetto di verifica anche della Certificazione di primo livello.

Fase 2 Bassista Contemporaneo 2. Qui impari a tenere la clave col piede mentre col basso esegui altre ritmiche, linee di basso o mentre improvvisi delle tue linee. La capacità di suonare tenendo la clave col piede è talmente importante è che oggetto di verifica anche della certificazione di secondo livello.

Siamo arrivati alla fine di questa serie. E ora?

Riguardati tutti i 5 post. Per comodità ecco qui i link:

Groove 1: Come stare sul tempo rock

Groove 2: Come stare sul tempo funk

Groove 3 Come stare sul tempo swing

Groove 4 Come stare sul tempo jazz walt

Groove 5 Come stare sulla clave (questo articolo)

Se lavori su tutti i 5 stili di groove con rilassatezza e padronanza arriverai a “sentire” e  produrre un groove estremamente efficace e coinvolgente non solo per il pubblico, ma anche per gli stessi musicisti con cui suonerai.

Lavorandoci assiduamente scoprirai infatti infiniti sistemi di combinare le possibilità ritmiche, creando una maniera molto fluida di stare sul tempo.

Il floating, inteso appunto come modo di “fluttuare sul tempo”, rappresenta un aspetto estremamente interessante della sezione ritmica, in particolare riferita a basso e batteria, ed è un elemento che ti permette di distinguerti rispetto a tante altre band che fanno più o meno un repertorio analogo alla tua.

Quindi lavoraci!

tiziano

Bassista-contemporaneo-online-banner-bestofbass

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.