Cuba libre, mohito e bass lines

Un ritmo universale molto coinvolgente

Questo post è dedicato al ritmo della clave, la guida che amalgama tutti gli strumenti in un gruppo che suona musica afrocubana, dal basso alla voce.

Chiaramente partiamo seriamente, poi quando facciamo la pausa pensiamo al cuba libre o al mohito!

La clave è sempre presente mentalmente nei musicisti di musica afrocubana anche quando non è chiaramente suonata, prendendo il posto di quella che è la normale pulsazione dei quarti nel rock.

La cosa più interessante di questo ritmo, che potremmo definire “universale”, è il suo utilizzo in tantissimi altri generi musicali come funk, jazz o fusion.

Se lo riesci a scandire chiaramente dentro di te mentre suoni, tutta la tua musica assume una sonorità e un andamento molto particolari, il tuo groove si alza di livello e diventa sicuramente avvolgente e trascinante per chi ascolta!

Per questo motivo, infatti, la Clave fa parte del mio metodo Bassista contemporaneo fin dal Volume 1 ed è inserita anche tra gli argomenti dell’esame di certificazione.

A proposito, cos’è questo esame? La certificazione 1 è il primo step di un sistema unico e molto strutturato per valutare la tua preparazione e costruirti una solida professionalità sul basso elettrico. Inoltre ti dà le basi necessarie per trarre il meglio dallo studio del Bassista Contemporaneo 2, che si preannuncia molto tosto.

Bassista-contemporaneo-online-banner-piccolo

Tornando al post, gli obiettivi di questo articolo sono:

1. Analizzare le origini delle clave, come si è trasformata dal ritmo iniziale di origine africana alla clave cubana.
2. Capirne lo spirito per utilizzarla nel funk, rock, blues.
3. Applicare il bass tumbao sulla clave.

Scusa se è poco!!

Cos’è il ritmo di clave

Se giri un po’ per siti e blog incontri descrizioni molto semplicistiche del ritmo di clave. La figura 1 ti mostra i quattro possibili pattern della clave.

Figura 1
Figura 1

Questo è quello che trovi anche nel Bassista 1, e che serve come prima introduzione al mondo della clave.

In realtà, il passo successivo è quello di risalire alla sua origine per capire i suoi elementi fondanti e le sue evoluzioni, in maniera tale da avere la massima padronanza di questo ritmo e poterlo utilizzare in modo creativo e personale (questo lavoro viene approfondito molto nel Volume 2).

Intanto guardati questo video dedicato alla clave e al bass tumbao così strutturato:

  • da 0-30’’ scandisco il ritmo da afro a son clave cubana sulla fascia del contrabbasso
  • da 30’’ a 1’ 52’’ suono esempi di bass tumbao
  • infine poi mi lancio in un solo sulla clave nel registro acuto a capotasto.

Come nasce il ritmo di clave

Partiamo analizzando quella che è chiamata “Time line”, una struttura ritmica alla base di tutta la musica africana. La figura 2 mostra il pattern ciclico di origine africana, importato in America dagli schiavi africani.

Figura 2
Figura 2

 Tra le sue caratteristiche principali notiamo:

  • Si sviluppa su 12 battiti. Con il nostro sistema di scrittura ritmica lo possiamo incanalare in un 12/8, ma non dimentichiamo che nella musica africana non esistono i concetti di misura e battuta.
  • Questo ritmo non è divisibile in due spezzoni uguali, ma volendo potremmo suddividerlo in due sezioni da 5 + 7.
  • La somma delle pulsazioni è 12 e il ritmo 2 + 2 + 1 + 2 + 2 + 2 + 1 ricorda l’ordine di toni e semitoni della scala maggiore (T T S T T T S).

Figura 3
Figura 3

Se questo ritmo venisse adattato al nostro sistema di scrittura musicale potrebbe essere interpretato in un tempo di 6/8 o di 3/4 su due battute, attraverso il fenomeno detto emiolia (o hemiolia o emiola). Con questa duplice interpretazione possiamo inserire la Time line su due possibili tipi di tempo.

Figura 4
Figura 4

A questo punto l’analisi ritmica “sulla carta” deve cedere il passo all’esperienza uditiva e alla pratica vera e propria, esattamente come fanno i percussionisti africani.

Suona ora la figura 5 impostando la croma del metronomo a 192 battiti e scandisci il ritmo col piede alternando quattro battute di 6/8 e quattro di 3/4, come segnato nel secondo rigo della figura.

Il risultato è il passaggio da un 6/8 con quarto puntato a 64 a un 3/4 con quarto a 96.

Figura 5
Figura 5

Suona ora la figura 6 che usa la Time line in 6/8, facendo attenzione all’elisione dell’ultimo ottavo di ogni battuta della seconda parte del rigo, impostando il metronomo quarto puntato a 64.

Figura 6
Figura 6

Infine, tenendo lo stesso metronomo, suona la figura 7 che trasforma il tempo di 6/8 nel corrispondente 2/4.

Figura 7
Figura 7

Questa sequenza di passaggi ci ha condotti alla tipica figura ritmica della clave riportata nelle due battute di 2/4 ma che molti preferiscono scrivere in 2/2 (in pratica non cambia niente tra i due tempi).

Ricorda che la clave viene solitamente interpretata come 3:2 (3 attacchi seguiti da 2 attacchi) o rovesciata in 2:3 (2 attacchi seguita da 3 attacchi). La figura 8 riporta le due versioni di son clave.

Figura 8
Figura 8

Dalla Son Clave deriva la variazione rhumba (o rumba) dove il terzo colpo del gruppo di tre è ritardato di un ottavo. Questo dà alla clave un senso di maggior slancio e grinta verso il gruppo di due note.

Nella figura 1 all’inizio dell’articolo sono riportate le quattro possibilità. Questo procedimento è molto utile per dimostrare passo dopo passo la trasformazione di un ritmo di origine africana (ma la nostra scala maggiore è anche lei di origine africana??), attraverso l’incanalamento del nostro sistema metrico basato sulle battute in un ritmo tipicamente sudamericano ma così utilizzato anche negli altri generi musicali moderni (funk, fusion, …).

Bassista-contemporaneo-online-banner-piccolo

Come praticare la clave

A questo punto prenditi un po’ di tempo e suona diverse volte gli esempi contenuti in questo post, cercando di scandire la clave con il piede come faccio io nel video (specialmente se suoni uno strumento ritmico).

All’inizio questo procedimento potrebbe risultarti complicato ma dopo un periodo di pratica ti permetterà di raggiungere una poliritmia tra mani e piedi veramente armoniosa, e ti porterà a suonare anche gli altri generi musicali con un feeling molto efficace e disinvolto.

La clave su basso e contrabbasso

Per acquisire la massima fluidità nel basso latin, lavora suonando linee con ritmica bass tumbao e clave con il piede. Il bass tumbao comprende una serie di figure ritmiche tipiche del basso che scandisce il levare del 2° e 4° beat, usate in moltissimi stili di salsa (son, son montuno, mambo, …).

Questa figura occupa lo spazio di una battuta, quindi deve essere suonata due volte per coprire l’intera figura della clave sviluppata su due battute. Allo stesso tempo, il bass tumbao non dipende dall’articolazione della clave 2:3 o 3:2.

La figura 9 mostra esempi di ritmiche tipiche del bass tumbao agganciate alla ritmica della clave che, se scandita col piede (dimostrando di averla internalizzata perfettamente), ti permette di avere un tiro pazzesco!!

Riesci a capire come mai le sei linee si incastrano perfettamente con la clave in verde?

Figura 9
Figura 9

Per approfondire l’argomento guarda il video sotto dove spiego i concetti della clave, tratto dal mio seminario “Bassista contemporaneo” dedicato alle tecniche avanzate del basso elettrico.

E infine prenota la tua copia del Bassista Contemporaneo 2, dove potrai trovare tanti altri esempi e sviluppi di questi concetti.

E adesso possiamo prenderci una pausa e farci quel famoso cuba libre o mohito!
Ciao tiziano

Bassista-contemporaneo-online-banner-piccolo

2 pensieri su “Cuba libre, mohito e bass lines

    • Hai ragione,molto interessante!!! La cosa si potrebbe fare anche con la scala minore armonica o melodica e generare un tipo nuovo di clave. O usare altri tipi di scale diatoniche diverse. Oppure con i modi della scala maggiore si crea una rotazione della clave che (anche se lui probabilmente non lo sa perchè utilizza solo la parte ritmica) Horacio “el Negro” Hernandez propone di fare ai batteristi.
      Quante belle cose nuove si possono trovare. Complimenti per la perspicacia. Non tutti sono in grado di vedere certi collegamenti. tiziano

      • Intelligenza

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.